Accessori

supporto-centrale

Supporto centrale

Il supporto centrale è vitale per il sostegno ed il supporto della virola nel caso in cui i diametri da ottenere durante il processo di calandratura siano grandi. Questo supporto mantiene il materiale stabile, evitando che si possano verificare variazioni sul raggio, dovute al peso della lamiera. Il supporto è interamente idraulico, con un pistone e due guide che permettono i movimenti verticali necessari durante la lavorazione.

Supporto laterale

Il supporto laterale ha la funzione di sostenere la virola durante la calandratura, inoltre aiuta a maneggiare e guidare la lamiera evitando problemi dovuti al peso e allo spessore.

In caso di lavorazioni di lamiere sottili ed al tempo stesso con diametri ampi, la stabilità del pezzo rappresenta un problema: le difficoltà si riscontrano nel mantenere invariato il raggio richiesto. La presenza del supporto laterale è quindi un vantaggio sia per la stabilità, sia per la sicurezza del personale.

supporto-laterale
nc-nexus

Nc nexus touch screen

Nuovo ed evoluto sistema a controllo numerico, con l’aggiunta delle seguenti funzioni: possibilità di controllare i tre assi di curvatura (X,Y,Z), supporti laterali e supporto centrale, pressione di serraggio della lamiera, alimentazione dell’espulsore, tavolo di alimentazione attraverso l’interfaccia con il PLC; archivio di 300 programmi ciascuno di 99 righe, interfaccia grafica con touch-screen. Schermo diagnostico per il controllo del corretto funzionamento della macchina e dei suoi componenti (fine corsa, encoder, relè d’ingresso e uscita).

Touch command evo

Touch Command EVO è l’ultima versione del nostro CNC, completamente integrato con la macchina e frutto di anni di esperienza diretta. Questo nuovo controllo è efficace e capace di una precisione tale mai sperimentata su una macchina curvatrice, grazie al sistema unico ed innovativo di closed loop, che monitora la rotazione e la posizione dei rulli laterali in tempo reale.  E’ una bella sfida progettare un sistema di controllo numerico per le calandre: il principale ostacolo è la differenza nella tolleranza di snervamento del materiale che viene piegato. MG ha un approccio unico: creare una biblioteca di materiali specifici in cui l’operatore può navigare per lavorare con il tipo di materiale scelto. Dopo un primo test, i dati immessi nel CNC saranno ripetuti dalla macchina. Una volta che il tipo di materiale ed il suo ritorno elastico saranno registrati, il computer genera in automatico programmi per formare ogni tipo di virola metallica: circolare, squadrata, ellittica, triangolare.  Raccomandiamo i controlli automatici MG per un alto volume di forme cilindriche, o per la calandratura di forme complesse che non sono possibili con una macchina manuale: ad esempio calandrature a raggi multipli e forme ovali.

Scarica catalogo

cnc-touch-command-evo
espulsore

Espulsore

Sistema idraulico automatizzato per l’espulsione della virola. Finita la calandratura della lamiera, dopo l’apertura dello sgancio, l’espulsore spinge fuori il pezzo lavorato, riposizionandosi una volta richiuso lo sgancio. L’espulsore può essere sia idraulico che pneumatico in base all’esigenza del cliente.

Culla

Rappresenta la parte finale di una catena di produzione. La virola appena espulsa dalla macchina, viene accolta nella culla. Nel caso in cui la culla sia fissa, l’operatore preleverà la virola direttamente da essa. Nel caso invece in cui la produzione sia completamente automatizzata, la culla potrà essere ribaltabile, e quindi far rotolare la virola su appositi piani di stoccaggio.

culla
griglia-di-protezione

Griglia di protezione

La griglia di protezione, presente soprattutto sulle macchine più piccole, offre una sicurezza in più.

Rappresenta una protezione sia nei confronti dell’operatore, che non può in alcun modo avvicinare le mani ai rulli durante la calandratura, sia nei confronti della macchina, poiché impedisce a pezzi indesiderati di rovinare la lamiera o i rulli durante la lavorazione.

Caricatore ed automazioni

Una vasta gamma di caricatori a ventose e magnetici che, uniti a tavole di carico motorizzate e complete di squadro, permettono di movimentare le lamiere in modo automatico ed evitare di impegnare inutilmente i carroponti ed extra personale per tutta la durata del ciclo di lavorazione.

caricatore-a-ventose
rulliera

Rulliera

La rulliera può essere inserita in entrata alla calandra, ma anche in uscita, per accogliere il pezzo calandrato. Può inoltre essere motorizzata o folle, quindi lavorare in modo autonomo o rappresentare un appoggio per l’operatore, che inserirà la lamiera manualmente. Nel caso in cui serva calandrare diametri grandi con spessori importanti, la rulliera può essere anche inclinabile aiutando a sostenere la lamiera durante la fase d’invito.

Centratore

Il centratore è un componente idraulico della rulliera. Posizionata nella parte finale di quest’ultima, è indispensabile per fornire lo squadro della lamiera. Allineando perfettamente la lamiera ai rulli pinzatori della calandra, permette una lavorazione ancora più precisa, evitando inoltre l’intervento di un operatore.

centratore